nuova sabatini Archivi - Alsolved.com
Industria 4.0, i fondi della Nuova Sabatini 2023
Industria 4.0, i fondi della Nuova Sabatini 2023

I Finanziamenti a fondo perduto legati all’industria 4.0, sono la misura messa in atto dal Ministero delle Imprese per facilitare l’accesso al credito delle imprese e aumentare la competitività delle PMI.

Grazie al tasso agevolato per le imprese, si possono sostenere gli investimenti volti nei beni appartenenti all’industria 4.0 dei beni materiali ed immateriali.

L’Industria 4.0, chiamata anche smart factory, sostenuta con gli incentivi delle nuove imprese 2023, sta rivoluzionando il modo in cui le aziende producono.

L’apertura di nuove imprese a tasso zero, equipaggiate di software integrato, che raccolgono e analizzano i dati, consentono di migliorare notevolmente il processo produttivo.

Le domande di agevolazione per accedere ai fondi perduti per nuove imprese, devono essere compilate in via esclusivamente telematica secondo una specifica procedura.

Affidarsi ad Alsolved significa avere un supporto continuo, dalla fase di raccolta della documentazione fino alla fase di erogazione del finanziamento a tasso agevolato.

Le tecnologie e i concetti dell’Industria 4.0 l’aiuto possono essere applicati a tutti i tipi di aziende, e migliorati grazie agli incentivi per le nuove imprese 2023.

Tasso agevolato per le imprese

Il tasso agevolato per le imprese appartenenti alla categoria Industria 4.0, è un aiuto alle imprese nell’integrazione delle tecnologie digitali intelligenti nei processi manifatturieri e industriali.

Questi incentivi per le nuove imprese 2023 comprendono un insieme di tecnologie che includono reti IoT industriali, AI, Big Data, robotica e automazione. 

L’Industry 4.0 consente una produzione intelligente e la creazione di fabbriche intelligenti con l’obiettivo è migliorare la produttività, l’efficienza e la flessibilità.

Gli incentivi per gli investimenti in beni materiali nuovi, secondo il modello “Industria 4.0”, sono concedibili fino al 2025. 

A questi finanziamenti a tasso agevolato, possono accedere le micro, piccole e medie imprese residenti in Italia, inclusi agricoltura e pesca, tranne quello finanziario e assicurativo.

Inoltre sono comprese quelle con soggetti non residenti, rispettando i parametri della procedura per finanziamenti a fondo perduto.

I professionisti di Alsolved mettono a disposizione di ogni impresa, la loro esperienza e la professionalità per ottenere i finanziamenti a tasso agevolato, garantendo:

  • La presentazione della domanda nel minor tempo possibile
  • L’individuazione e la raccolta della documentazione richiesta
  • Sostegno in ogni fase della procedura fino all’erogazione

Le principali novità del 2023

Le principali novità del 2023 che riguardano la Nuova Sabatini per l’erogazione dei prestiti a tasso agevolato per le piccole, micro e medie imprese sono le seguenti:

L’importo viene erogato in un’unica soluzione anche per i finanziamenti alle imprese aventi diritto, di importo superiore a 200.000 euro.

Un’importante novità riguarda le imprese che saturano il plafond dei 4 milioni di euro previsto come tetto massimo dei finanziamenti a fondo perduto, richiesti dalla singola impresa.

Il conteggio del plafond viene effettuato con riferimento all’importo complessivo dei finanziamenti già ammessi alle agevolazioni riferiti all’impresa beneficiaria, per i quali non siano ancora scaduti i termini di durata. 

Questo significa che una volta terminato l’utilizzo del finanziamento a tasso agevolato, il plafond a disposizione delle imprese si “ricarica”.

La novità riguardante il contratto di leasing, dove le imprese che richiedono il finanziamento a tasso agevolato, possono versare un acconto al fornitore per bloccare il bene.

Per informazioni più dettagliate e chiarimenti sulle principali novità della Nuova Sabatini 2023, basta rivolgersi agli esperti nel settore di Alsolved.

Nuova Sabatini Green

La Nuova Sabatini Green, prevede gli investimenti a tasso agevolato in macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo ed a basso impatto ambientale.

La legge di bilancio 2020 ha disposto l’attribuzione di risorse destinate alla misura Nuova Sabatini per investimenti a basso impatto ambientale da parte di micro, piccole e medie imprese.

Questi finanziamenti a tasso agevolato mirano a migliorare  l’ecosostenibilità dei processi produttivi, mettendo a disposizione delle PMI fino a 400.000 a fondo perduto.

Gli investimenti a tasso agevolato hanno una durata di cinque anni dalla data della stipula del contratto ed un tasso d’interesse annuo pari al 3,575 per cento.

In attuazione della predetta norma, il decreto interministeriale 22 aprile 2022 della Nuova Sabatini Green prevede, ai fini del riconoscimento del contributo maggiorato:

  • il possesso di un’idonea certificazione ambientale di processo 
  • oppure di un’idonea certificazione ambientale di prodotto

Inoltre la Nuova Sabatini Green prevede anche che il singolo acquisto di un impianto di produzione di energia da fonti rinnovabili per risultare ammissibile:

  • deve far parte di un più ampio programma di investimento 
  • deve risultare organico e funzionale
  • deve essere coerente con l’attività svolta dall’impresa
  • deve risultare riconducibile ad una delle tipologie di investimento previste nei regolamenti unionali applicabili per settore

Quali sono gli investimenti ammissibili?

Gli investimenti ammissibili per la concessione dei finanziamenti a fondo perduto devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • autonomia funzionale dei beni, non essendo ammesso il finanziamento di componenti o parti di macchinari che non soddisfano tale requisito
  • correlazione dei beni oggetto dell’agevolazione all’attività produttiva svolta dall’impresa

I finanziamenti a tasso agevolato consistono nel sostenere gli investimenti previsti dalla misura Nuova Sabatini di incentivi alle nuove imprese 2023.

L’investimento a fondo perduto può essere interamente coperto dal finanziamento bancario o leasing  fino all’80% dell’ammontare del finanziamento stesso e deve essere:

  • di durata non superiore a 5 anni
  • di importo compreso tra 20.000 euro e 4 milioni di euro
  • interamente utilizzato per coprire gli investimenti ammissibili

La normativa specifica la tipologia di beni che possono essere agevolati, definendo alcune caratteristiche degli investimenti ammissibili ed in particolare:

  • I beni devono essere nuovi, non sono ammissibili a finanziamento beni usati, anche se rigenerati e resi nuovamente funzionali
  • I beni non devono essere riferibili a immobilizzazioni in corso e acconti
  • I beni ammissibili devono essere riferiti a immobilizzazioni materiali per “Impianti e macchinari”, “attrezzature industriali e commerciali” e “altri beni” 
  • I beni possono essere anche software e tecnologie digitali
  • Nella categoria dei beni agevolabili non rientrano in nessun caso terreni e fabbricati
  • I beni devono avere una propria “autonomia funzionale” e non è concessa l’agevolazione per componenti o parti di un bene
  • I beni devono in ogni caso essere direttamente correlati e riconducibili all’attività svolta dall’impresa che presenta la domanda a valere sulla nuova Sabatini

Per maggiori informazioni contatta il team di Alsolved per ottenere quanto prima i fondi della Nuova Sabatini 2023 legati all’Industria 4.0.

Beni strumentali Nuova Sabatini 2023
Beni strumentali Nuova Sabatini 2023

La misura Beni strumentali di “Nuova Sabatini” 2023 è un agevolazione disposta dal Ministero dello Sviluppo Economico e delle Imprese a favore delle micro, piccole e medie imprese.

Il sostegno della Nuova Sabatini ha l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo nazionale.

Acquisto di beni strumentali di Nuova Sabatini, esclusivamente ad uso produttivo comprende: 

  • macchinari
  • impianti
  • beni strumentali d’impresa
  • hardware
  • software e tecnologie digitali

La Nuova Sabatini sostiene gli investimenti in tutti i settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca, ad eccezione del settore inerente alle attività finanziarie e assicurative.

Possono beneficiare dell’agevolazione della Nuova Sabatini le micro, piccole e medie imprese (PMI) che alla data di presentazione della domanda:

  • Sono regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese
  • Sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatoria
  • Non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti considerati illegali o incompatibili dalla Commissione Europea
  • Non si trovano in condizioni tali da risultare imprese in difficoltà
  • Abbiano sede legale o una sede locale in Italia
  • Per le imprese non residenti nel territorio italiano, il possesso di una sede locale in Italia deve essere dimostrato in sede di presentazione della richiesta di erogazione del contributo

Come funziona la Nuova Sabatini 2023?

Bisogna ribadire che per capire come funziona la Nuova Sabatini 2023, basta affidarsi ad Alsolved ed avere la certezza del miglior risultato raggiunto.

Il team di professionisti di Alsolved offre il proprio supporto in tutte le fasi, dalla raccolta della documentazione in modo rapide ed efficace fino all’erogazione del finanziamento.

Le procedure della Nuova Sabatini 2023 potrebbero essere complesse e difficili da capire, oppure il tempo da dedicare è veramente poco.

I primi passi da seguire per ottenere le agevolazioni messe a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico, Nuova Sabatini sono le seguenti:

  • Presentare alla banca o all’intermediario finanziario la domanda di accesso al contributo ministeriale
  • Compilare la richiesta di finanziamento
  • Attestare il possesso dei requisiti e l’aderenza degli investimenti alle previsioni di legge

Il lavoro impeccabile di Alsolved garantisce ad ogni PMI la regolare compilazione della documentazione trasmessa, evitando che il rigetto della domanda a causa di:

  • Mancata sussistenza dei requisiti di natura soggettiva 
  • Documentazione incompleta o erronea
  • Ritardo dell’invio della domanda relativa al contributo

Ovviamente la conferma da parte del Ministero dello Sviluppo Economico per Nuova Sabatini, delle risorse erariali da destinare al contributo, può essere totale o parziale.

La concessione del contributo da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, indicando l’ammontare degli investimenti ammissibili, delle agevolazioni concedibili e del relativo piano di erogazione.

Le successive procedure della Nuova Sabatini 2023, che vengono monitorate continuamente dai professionisti di Alsolved sono:

  • La banca/intermediario finanziario si impegna a stipulare il contratto di finanziamento con la PMI e ad erogare alla stessa il finanziamento in un’unica soluzione 
  • Nel caso di leasing finanziario, al fornitore entro trenta giorni dalla data di consegna del bene o alla data di collaudo, se successiva
  • La stipula del contratto di finanziamento può avvenire anche prima della ricezione del decreto di concessione del contributo
  • La PMI, ad investimento ultimato e previo pagamento a saldo dei beni oggetto dell’investimento, compila, in formato digitale ed esclusivamente attraverso la procedura disponibile sulla piattaforma

Quali sono i beni strumentali?

I beni strumentali sono i macchinari, gli impianti ad uso produttivo, hardware, software e tecnologie digitali che ogni impresa deve avere in disposizione.

La Nuova Sabatini è rivolta alle imprese che intendono usufruire di un beneficio fiscale per investire in nuovi beni strumentali funzionali all’attività d’impresa.

I beni strumentali sono quelli che hanno, quale unica destinazione, quella di essere direttamente impiegati nell’espletamento di attività tipicamente imprenditoriali.

Cioè di beni che l’azienda, compresa anche una Start Up, acquista in un determinato esercizio e che possono essere utilizzati per un tempo prolungato.

La forza motrice delle realtà imprenditoriali italiane risiede nella possibilità di innovare la propria attività grazie a continui investimenti in beni strumentali, suddivisi in:

  • Materiali, cioè macchinari ed impianti relativi all’attività svolta
  • Immateriali, che comprendono gli investimenti digitali in software e hardware e gestionali per aziende

Con il team di Alsolved a fianco di ogni piccola, micro e media impresa, tutti i dettagli della Nuova Sabatini, non sono mai stati così facili da capire.

Quali beni rientrano nella Nuova Sabatini?

I beni che rientrano nella Nuova Sabatini sono suddivise nelle seguenti macroaree:

  • Beni strumentali: macchinari, impianti, beni strumentali d’impresa, hardware, tecnologia digitale
  • Investimenti 4.0: beni materiali/immateriali nuovi di fabbrica (banda larga, cyber security)
  • Investimenti Green: macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo a basso impatto ambientale

I beni rientranti nella Nuova Sabatini devono essere riferiti ad impianti e macchinari, attrezzature industriali e commerciali ed altri beni, nonché  a software e tecnologie digitali. 

Per poter ottenere le concessioni della Nuova Sabatini 2023 i beni devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • Devono essere nuovi di fabbrica 
  • Autonomia funzionale dei beni, non essendo ammesso il finanziamento di componenti o parti di macchinari che non soddisfano tale requisito
  • Correlazione dei beni oggetto dell’agevolazione all’attività produttiva svolta dall’impresa
  • Il finanziamento, che può essere assistito dalla garanzia del “Fondo di garanzia deve essere di durata non superiore a 5 anni
  • L’importo dell’agevolazione è compreso tra 20.000 euro e 4 milioni di euro
  • Il contributo può essere interamente utilizzato per coprire gli investimenti ammissibili

La concessione della Nuova Sabatini è un contributo ad un tasso d’interesse annuo pari al:

  • 2,75% per gli investimenti ordinari
  • 3,575% per gli investimenti 4.0
  • 3,575%  per gli investimenti green 

Quando si tratta di bene ordinario si ha il 7% a Fondo Perduto, se invece il bene rientra negli investimenti 4.0 si ha il 10% a Fondo Perduto.

Grazie all’esperienza acquisita, al team altamente specializzato, Alsolved accompagna ogni impresa, garantendo la massima cura dei dettagli in ogni loro progetto.

Settori e regioni interessate

La Nuova Sabatini è un’agevolazione, volta a sostenere l’accesso al credito di Micro, Piccole e Medie Imprese di tutti i settori, tranne quello assicurativo e finanziario.

I settori interessati all’agevolazione di Nuova Sabatini sono:

  • Agroalimentare, Moda e Tessile, Chimica e Farmaceutica 
  • Metallurgia, Elettronica, Autoveicoli e altri mezzi di trasporto
  • Meccanica, Mobili, Legno e Carta, Commercio, Servizi di trasporto
  • Alberghiero, Ristorazione, Turismo, Salute, Cultura
  • Edilizia, Fornitura Energia, Acqua e gestione Rifiuti, Artigianato

Le regioni interessate invece sono:

  • Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna
  • Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche
  • Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana
  • Trentino-Alto Adige/Südtirol, Umbria, Valle d’Aosta/Vallée d’Aoste, Veneto

Si tratta di un’agevolazione rivolta esclusivamente alle PMI italiane che al momento della presentazione della domanda presentano i seguenti requisiti:

  • Sono regolarmente costituite ed iscritte nel Registro delle Imprese
  • Sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti
  • Non sono imprese in difficoltà per cui è in corso, a titolo esemplificativo, una liquidazione volontaria o procedure concorsuali con finalità liquidatoria
  • Non rientrano tra i soggetti che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea

Rientrano come spese ammissibili tutte quelle riguardanti l’acquisto di beni strumentali nuovi di fabbrica.

Nonché strettamente funzionali alla realizzazione dei programmi d’investimento per le strutture produttive già esistenti o da realizzare:

  • impianti
  • macchinari
  • attrezzature
  • tecnologie – hardware e software

Per maggiori informazioni contatta il team di Alsolved, per verificare i tuoi requisiti e ricevere in tempi brevi il credito per la tua azienda.

//alsolved.com/wp-content/uploads/2022/01/footer_logo_alsolved-01.png

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi